Souloncology

Oltre la malattia

Cancro: nuove speranze di cura da farmaci per il cuore e antibiotici

| 0 commenti

Washington, 11 febbraio 2016 – Alcuni farmaci normalmente utilizzati per le patologie cardio-vascolari e le infezioni potrebbero essere efficaci anche contro i tumori. E’ quanto sostiene una ricerca dell’Università di Montreal (Canada) di recente pubblicata su Cancer Research. “Abbiamo identificato una dozzina di farmaci che riattivano i geni oncosoppressori attraverso un meccanismo epigenetico che non è mai stato osservato prima – ha detto Noel Raynal, uno degli autori dello studio. I meccanismi epigenetici controllano l’espressione genica. Questi sono altamente deregolamentati nelle cellule tumorali. Il meccanismo che abbiamo scoperto controlla l’espressione genica attraverso i livelli intracellulari di calcio”. Tutti i farmaci identificati sono stati approvati dalla Food and Drug Administration (FDA). “Dal momento che la sicurezza e l’efficacia di questi farmaci sono già noti e collaudati negli esseri umani, possono facilmente passare attraverso la validazione clinica e essere messi a disposizione dei pazienti più’ rapidamente – ha detto il ricercatore -. Il cancro nasce quando il patrimonio genetico ed epigenetico delle cellule viene alterato. Queste cellule poi si moltiplicano in modo anomalo fino a formare masse tumorali”. “Le cellule del corpo hanno una difesa naturale, i geni oncosoppressori, che vengono messi a tacere da meccanismi epigenetici innescati dal cancro – ha spiegato Raynal -, aggiungendo che lo scopo dello studio era quello di riuscire a trovare trattamenti in grado di invertire questo processo. Per raggiungere questo obiettivo, i ricercatori hanno analizzato oltre 1.100 farmaci approvati dall’FDA. Tra questi, ne sono stati selezionati 14, i più promettenti. In seguito sono stati testati in laboratorio su modelli cellulari. Tra i farmaci scelti ci sono i glicosidi cardiaci e antibiotici, i cui effetti epigenetici sono sconosciuti”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: