Souloncology

Oltre la malattia

Tumori, i pazienti oncologici del Progetto giovani al Festival di Sanremo dal 7 al 10 febbraio per la quarta edizione della rassegna ‘Guardami oltre…!’

pazienti oncologici del Progetto Giovani attivo nella Pediatria dell’Istituziona nazionale Tumori saranno al festival di Sanremo dal 7 al 10 febbraio per la quarta edizione della rassegna ‘Guardami oltre…!’ (Sanremo per il sociale) grazie al sostegno dell’Associazione Bianca Garavaglia Onlus. Ideata, realizzata e diretta senza scopo di lucro da Patrizia Del Vasco e Gino Aveta, con il patrocinio morale di Rai Responsabilità Sociale, l’iniziativa ha l’obiettivo di dare visibilita’ a progetto artistici realizzati da e per categorie sociali fragili.

‘Palle di Natale’ ovviamente sarà solo il pretesto per parlare a 360 gradi di quello che significa l’esperienza del Progetto Giovani” spiega il dottor Andrea Ferrari, coordinatore scientifico del Progetto Giovani, che, insieme alla coordinatrice artistica, Paola Gaggiotti, e a Claudia Garavaglia, responsabile comunicazione della Bianca Garavaglia Onlus, accompagneranno i ragazzi a Sanremo. “Con i colori, la musica, le fotografie, i fumetti, i ragazzi del Progetto Giovani- continua Ferrari- non raccontano solo le loro storie personali, ma ci parlano di tutti gli altri ragazzi che si ammalano di tumore. E, con coraggioso senso di responsabilità, diventano i preziosi testimoni di un progetto che ha dietro qualcosa di più grande: far sapere che ci si può ammalare di tumore anche nell’età dell’adolescenza; che si può guarire, ma solo se si riesce a ricevere le cure giuste, nei tempi giusti e nei luoghi giusti. Per cancellare, tutti insieme, quel dato preoccupante che dice che, a parità di malattia, un adolescente ha minori probabilità di guarigione di un bambino”.

“Per curare gli adolescenti- prosegue l’oncologo- servono posti dove ci sia spazio per la musica e per l’amore, per la normalità della vita, per il significato dell’esistere. Posti dove ci si possa anche muovere con leggerezza – tra cose che leggere non lo possono proprio essere – e con speranza. Ma questi ragazzi- conclude- hanno bisogno anche di spazi che siano stabili rispetto alle intemperie prodotte dalla malattia e che abbiano le giuste competenze professionali.

https://www.superabile.it/cs/superabile/tempo-libero/20180207-pazienti-oncologici-a-sanremo.html

 

I commenti sono chiusi.