Souloncology

Oltre la malattia

Studio: la lotta a tabacco “rende” più di 50 volte la spesa

San Francisco, 7 febbraio 2013 – Un programma aggressivo contro il fumo può rendere più di 50 volte la spesa sostenuta per metterlo in campo. E’ quanto ha dimostrato un recente studio dell’Università di San Francisco pubblicato da Plos One.

Secondo la ricerca negli ultimi vent’anni la California ha speso per la lotta al tabagismo 2,4 miliardi di dollari e ne ha risparmiati 134. I ricercatori statunitensi hanno esaminato gli effetti della “Proposition 99”, la legge contro il fumo adottata nello Stato della West Coast dal 1989 al 2008. Il provvedimento stabiliva un aumento di 25 centesimi delle accise sui tabacchi, da riutilizzare interamente per campagne di prevenzione nelle scuole e in terapie per smettere di fumare. Le autorità californiane hanno anche eliminato i distributori automatici in luoghi dove era possibile il passaggio di minori. Secondo gli autori per ogni 100 dollari pro capite spesi nel controllo la prevalenza dei tabagisti diminuiva del 5%, e il numero di sigarette per fumatore scendeva di 139 l’anno. “I minori costi per la sanità sono iniziati quasi immediatamente – ha sottolineato lo scienziato James James Lightwood – e sono aumentati nel tempo fino ad arrivare a 25 miliardi di dollari nel 2008. Questa è la prova che la California ha fatto bene ad adottare il provvedimento, il problema è che l’inflazione ha eroso i fondi a disposizione, mentre le compagnie produttrici continuano una campagna molto aggressiva di promozione delle sigarette”.

 

Non è possibile lasciare nuovi commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: