Souloncology

Oltre la malattia

La dieta protegge dal freddo: si parte da aglio e cipolla

Milano, 27 novembre 2012 – Durante questa stagione, il freddo aumenta di ben quattro volte le possibilità di ammalarsi. I malanni più comuni sono quelli batterici, che colpiscono di norma le nostre prime vie aeree, quindi raffreddore, mal di gola, laringiti, ma assolutamente a loro agio con le basse temperature sono anche i vari virus influenzali e para-influenzali che non aspettano altro per metterci k.o. Per questo motivo, è bene avere in questo periodo dell’anno un particolare riguardo per la propria salute.

 Dando per scontato che ci si deve coprire di più, evitando accuratamente gli sbalzi di temperatura (il vestiario a cipolla è sempre quello più efficace), un vero e proprio aiuto ci può venire dall’alimentazione che, se corretta, è in grado di potenziare le nostre difese immunitarie e contribuire così a combattere con maggiore efficacia i microbi che cercano di attaccare il nostro organismo. La natura ci regala tutto ciò di cui abbiamo bisogno per difenderci dai disturbi stagionali. Per rallentare i processi di ossidazione cellulare, frenando così l’accumulo di tossine, la dieta deve abbondare soprattutto di vegetali freschi. Tra questi, in prima linea l’aglio e la cipolla che, ricchi di principi attivi solforati, tipici degli ortaggi a bulbo, si rivelano degli efficaci spazzini di sostanze cancerogene. Per mantenere intatte le loro proprietà antisettiche e antibiotiche è preferibile consumarli crudi, poiché la cottura ne distrugge in gran parte i principi attivi. Due altri ortaggi da non dimenticare sono i pomodori, potenti antiossidanti, e i peperoni, ottima fonte di vitamina C, in quanto ne contengono quasi il triplo dell’arancia. Cavoli, cavolfiori, broccoli, verza verde o i cavolini di Bruxelles, in genere tutte le Crucifere, ricche di vitamina A e C, ferro, potassio, calcio e fosforo devono essere presenti in tavola almeno un paio di volte la settimana. Altrettanto indispensabili, le verdure amare come la catalogna, il radicchio, la cicoria, dalle potenti proprietà depurative. Ottime anche le carote, specie se crude o cotte al vapore che, contenendo betacarotene, sono in grado di contrastare le infezioni. Anche i legumi (soia, lenticchie, fagioli, ceci e piselli) con tanto delle loro bucce non dovrebbero mai mancare nel pasto giornaliero, ma abbiate cura di cuocerli bene poiché, contenendo polisaccaridi, potrebbero risultare indigesti.

 

Non è possibile lasciare nuovi commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: