Souloncology

Oltre la malattia


Lascia un commento

OMS: 214 milioni di donne vorrebbero evitare la gravidanza ma non usano contraccettivi

Roma, 14 luglio 2017 – Nei Paesi in Via di Sviluppo 214 milioni di donne, in età riproduttiva, vogliono evitare una gravidanza. Però al momento non stanno utilizzando nessun metodo contraccettivo moderno. E’ questo l’allarme lanciato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) in un documento sulle Raccomandazioni di Pratiche Selezionate per l’Uso Contraccettivo (terza edizione). L’uso del contraccettivo è aumentato in molte parti del mondo, in particolare in Asia e in America Latina, ma continua a essere basso nell’Africa sub-sahariana. Globalmente è leggermente aumentato, passando dal 54% nel 1990 al 57,4% nel 2015. A livello regionale, la percentuale di donne di età compresa tra i 15 ei 49 anni che segnalano l’uso di un moderno metodo contraccettivo è aumentata tra il 2008 e il 2015. In Africa È passata dal 23,6% al 28,5%, in Asia è salita leggermente dal 60,9% al 61,8%, e in America Latina e nei Caraibi è rimasta stabile al 66,7%. L’uso della contraccezione da parte degli uomini costituisce un sottoinsieme relativamente piccolo di questi tassi di prevalenza. I moderni metodi contraccettivi per gli uomini sono limitati ai preservativi maschili e alla sterilizzazione (vasectomia).


Lascia un commento

Bere caffè diminuisce il rischio di morte per ogni causa

Roma, 13 luglio 2017 – Bere caffè allunga la vita. Secondo un recente studio chi consuma tre tazzine al giorno risulta più longevo rispetto ai non bevitori. E questo avviene indipendentemente dalla modalità di preparazione e dalla scelta tra deca o caffè normale. La ricerca è stata condotta da esperti della IARC (International Agency for Research on Cancer) e dell’Imperial College di Londra su oltre mezzo milione di individui di 10 Paesi Europei (tra cui l’Italia). Secondo quanto riferito sulla rivista Annals of Internal Medicine, è stato preso in esame nel dettaglio il consumo di caffè dei partecipanti (che facevano parte dello studio EPIC), come pure i diversi modi di preparazione e la presenza o meno di caffeina. I partecipanti sono stati monitorati per un tempo medio di 16 anni e tutti i decessi e le relative cause registrati. È emerso che bere abitualmente caffè è associato a ridotto rischio di morte per tutte le cause, in particolare per malattie circolatorie e del tratto digerente. Gli esperti ipotizzano che i benefici del caffè siano multipli, ad esempio che la nera bevanda abbia effetti protettivi significativi sul fegato e che più in generale eserciti i suoi effetti benefici su tutto l’organismo grazie all’elevato contenuto in molecole quali gli antiossidanti ma non solo.

 


Lascia un commento

Smetti di fumare (anche) grazie alla palestra

Roma, 12 luglio 2017 – Vuoi abbandonare il pericoloso vizio del fumo? Un aiuto può arrivare dalla palestra. Secondo uno studio della Harvard School of Public Health di Boston l’attività fisica anaerobica con i pesi aiuta a dire addio per sempre alle sigarette. La ricerca ha coinvolto 25 fumatori sia maschi che femmine e di età compresa tra i 18 e i 65 anni. Ai tabagisti è stato fornito per otto settimane un cerotto alla nicotina e sono stati poi divisi in due gruppi. Il primo è stato sottoposto per tre mesi a 60 minuti settimanali di allenamento con i pesi, mentre il secondo doveva fungere da controllo. Al termine della sperimentazione il 16% dei fumatori ‘palestrati’ aveva smesso di fumare, oltre ad aver diminuito il proprio peso e grasso corporeo, mentre nel gruppo di controllo la cifra degli ex fumatori si era dimostrata essere esattamente la metà, l’8%, con un aumento di peso tra i 2 e 3 chili.

Secondo gli ultimi dati disponibili nel nostro Paese più del 22% della popolazione con più di 15 anni fuma regolarmente (27% gli uomini e il 17% le donne). Più della metà consuma in media 15 sigarette al giorno e sette su dieci hanno iniziato tra i 15 e i 20 anni. Gli studenti italiani sono i fumatori più incalliti di tutta Europa: ben il 37% si è acceso una “bionda” nell’ultimo mese. Ogni settimana di fumo costa un giorno in meno di vita, la prima regola è quindi mai iniziare!!!!