Souloncology

Oltre la malattia

Covid: dal Ministero della Salute le smentite alle nuove bufale

| 0 commenti

Roma, 19 maggio 2020 – Prosegue l’azione del Ministero della Salute per smentire le fake news circolanti in rete e sui social media. Queste sono alcune delle nuove bufale sul Coronavirus:

1. La barba espone ad un maggior rischio di infettarsi con il nuovo coronavirus: Falso! La barba in sé non espone ad un rischio maggiore di contrarre il nuovo coronavirus. Ovviamente va curata la sua igiene e va regolata la mascherina, quando la si indossa, in modo che aderisca bene al viso.
2. Per proteggermi dal nuovo coronavirus posso lavarmi le mani e/o altre parti del corpo che hanno toccato superfici esterne con la candeggina: Falso! Si raccomanda di non spruzzare o lavare parti del corpo con la candeggina perché l’ipoclorito di sodio può causare irritazioni e danni alla pelle e agli occhi ed esporre al rischio di inalazioni a concentrazioni nocive per la salute.
3. Bere metanolo o etanolo protegge dall’infezione da nuovo coronavirus: Falso! Metanolo ed etanolo sono velenosi e possono provocare gravi danni all’organismo. Sono utilizzati in alcuni prodotti per la pulizia per eliminare il virus dalle superfici, ma non vanno ingeriti.
4. Il nuovo coronavirus è sensibile al freddo quindi per proteggersi in casa è bene accendere il condizionatore impostandolo sulla temperatura più bassa possibile: Falso! Non ci sono attualmente evidenze scientifiche che il freddo protegga dall’infezione da nuovo coronavirus.
5. L’acqua potabile può trasmettere il nuovo coronavirus: Falso! I metodi convenzionali di trattamento dell’acqua che utilizzano filtrazione e disinfezione, come quelli della maggior parte dei sistemi municipali di acque potabili, sono efficaci nell’abbattimento del virus.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: