Souloncology

Oltre la malattia

Sanita’, tagli per altri 3-5 miliardi

| 0 commenti

Roma, 24 agosto 2015 – Nel settore della sanità sono possibili risparmi ulteriori “tra i tre ed i cinque miliardi di euro senza stravolgere il sistema, senza contare i risparmi sugli acquisti di beni e servizi”. Lo dice il direttore esecutivo del Fmi, Carlo Cottarelli. “La spesa per la sanità in Italia è aumentata negli ultimi trenta anni, anche se meno di quanto non sia avvenuto in altri Paesi – sottolinea l’ex commissario alla spending review – “Il sistema sanitario nazionale funziona, ma ci sono risparmi da fare soprattutto perché l’efficienza è molto diversa tra le varie regioni ed anche all’interno di ciascuna di esse. Una cifra possibile di risparmi senza stravolgere il sistema è tra i tre ed i cinquemiliardi di ulteriori risparmi rispetto a quanto è stato fatto. Ci sono margini importanti. L’importate è procedere con un intervento mirato”. In particolare, gli enti del Servizio sanitario nazionale dovranno rinegoziare i contratti in essere per ridurre i prezzi del 5% rispetto agli accordi attuali. Inoltre, entro la fine dell’anno il ministero della Salute guidato da Beatrice Lorenzin farà un elenco descrivendo le condizioni di erogabilità e le indicazioni di appropriatezza prescrittiva delle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale. Le prestazioni escluse da quella lista saranno totalmente a carico del cittadino. E per rendere più stringente la svolta, il medico pagherà di tasca propria l’ingiustificata e gratuita erogazione della prestazione. Previsti tagli anche sui ricoveri ospedalieri e sulle spese per farmaci e macchinari, con verifiche più puntuali sulla coerenza dei prezzi a base d’asta rispetto ai prezzi di riferimento definiti dall’Autorità nazionale anticorruzione.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: