Souloncology

Oltre la malattia

Esenzione dal ticket: un diritto immediato

Le malattie oncologiche rientrano nella lista di malattie esenti dal pagamento del ticket sanitario, per cui la diagnosi di tumore al seno dà immediatamente diritto all’esenzione per patologia.

Tale diritto si applica a tutte le prestazioni sanitarie correlate, direttamente o indirettamente, alla patologia, vale a dire  tutte le prestazioni diagnostiche e terapeutiche che si rendono necessarie per il recupero della salute. Questo è valido non solo durante la fase di malattia, ma anche per tutto il periodo del follow up, ossia l’insieme delle visite e degli esami di controllo che si dovranno eseguire nel tempo anche dopo la fase acuta che nel caso di tumore al seno hanno durata illimitata.

L’esenzione si estende anche a disturbi che possono essere attribuibili a sospette metastasi (ad esempio dolori all’anca o alla schiena ecc.) o alle particolari terapie effettuate.

L’individuazione dei casi in cui si può applicare l’esenzione è a discrezione del medico di base.

Come si ottiene l’esenzione?

L’esenzione si ottiene presentando all’Azienda Sanitaria Locale (AUSL) di residenza un certificato rilasciato dal medico specialista (oncologo) appartenente alla struttura pubblica o ad una struttura convenzionata che attesti la patologia inclusa nell’elenco allegato al regolamento di riferimento (D.M. 28 maggio 1999 n°329- D.M. 18 maggio 2001, n°279 e successive modifiche).

Ai fini del riconoscimento dell’esenzione sono validi anche i seguenti documenti:

  • Copia della cartella clinica rilasciata da una struttura pubblica;
  • Copia del verbale di invalidità;
  • Copia della cartella clinica rilasciata da una struttura privata accreditata, previa valutazione del medico del Distretto sanitario dell’Azienda USL di residenza;
  • Certificazioni rilasciate da Istituzioni sanitarie pubbliche dei Paesi appartenenti all’Unione Europea.

Dopo aver valutato la documentazione l’AUSL rilascia un tesserino di esenzione, con la definizione della malattia e il suo codice identificativo.
Sarà indicata anche la durata dell’esenzione. È importante controllare la data di scadenza per poterla rinnovare in tempo, mantenendo validi i propri diritti.

Non è possibile lasciare nuovi commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: