Souloncology

Oltre la malattia

Stress da rientro? 5 regole per…non sentirlo

Milano, 30 agosto 2013 – Insonnia, nervosismo e spossatezza eccessiva: sono i sintomi del “post vacation blues”, la sindrome da rientro che colpisce circa 6 milioni di italiani. Il più delle volte è dovuta al repentino cambiamento delle abitudini: dal clima di relax tipico delle vacanze passiamo, magari in pochi giorni, ai ritmi serrati della vita quotidiana. Ecco allora 5 pratici e semplici consigli per soffrire al minimo la ripresa dell’attività lavorativa.

1. Dormire: mai passare dalle 8-10 ore di sonno delle vacanze alle 6-7 che al massimo ci si concede quando si rientra. Se ci sono problemi di insonnia, può essere d’aiuto un bagno caldo con il sale o una tisana rilassante.

2. Gradualità: sarebbe meglio rientrare dalle vacanze qualche giorno prima della fine delle ferie in modo da riabituarsi alle temperature ed ai ritmi cittadini. Se possibile, meglio anche riprendere a lavorare gradualmente.

3. Movimento: se la vacanza è stata “attiva”, continuare a fare attività fisica perché aiuta a diminuire lo stress e a riposare meglio. L’ideale è fare jogging o bicicletta così si sfruttano i vantaggi dello stare all’aria aperta.

4. Dieta: il cervello ha bisogno innanzitutto di zucchero perciò sì (senza eccessi) ai carboidrati semplici (saccarosio, miele, confetture, frutta) e a quelli complessi (pane, pasta, riso e cereali). Per un aiuto in più all’umore, serve la melatonina contenuta nella buccia dei chicchi d’uva.

5. Luce: il passaggio dalla luce del sole in spiaggia, a quella artificiale dell’ufficio mette sotto stress corpo e mente. Perciò, meglio fare la pausa pranzo all’aria aperta piuttosto che al bar.

 

Non è possibile lasciare nuovi commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: