Souloncology

Oltre la malattia

Influenza: già 125 mila gli italiani colpiti

| 0 commenti

Roma, 5 novembre 2018 – Febbre, mal di gola, dolori ai muscoli e alle articolazioni iniziano ad affliggere gli italiani. È l’influenza che torna all’attacco, colpendo 125 mila cittadini dall’inizio della sorveglianza epidemiologica e, circa 71 mila, nell’ultima settimana osservata, dal 22 al 28 ottobre. È quanto emerge dal bollettino della rete Influnet, coordinata dall’Istituto superiore di sanità, con il sostegno del ministero della Salute e il contributo dei camici bianchi ‘sentinella’, medici di famiglia e pediatri di libera scelta delle varie regioni. Secondo il report, l’attività dei virus influenzali è ai livelli di base in tutte le regioni italiane (anche se, si puntualizza, non tutti i medici partecipanti alla sorveglianza hanno reso disponibili i dati raccolti).
Rispetto alla precedente settimana, quando i casi stimati erano quasi a quota 55 mila, si comincia a intravedere un aumento, complice forse anche il maltempo che ha investito la Penisola. Il valore dell’incidenza totale è pari a 1,17 casi per mille assistiti (nella settimana precedente era a 0,91). Nella fascia d’età 0-4 anni si sale a 2,36 casi per mille assistiti. Guardando alle varie situazioni regionali, l’incidenza complessiva più alta si osserva al momento in Abruzzo (3,63 casi per mille assistiti) e Lombardia (2,25), la più bassa in Veneto (0,26) e Campania (0,30).
Dopo il primo ‘schiaffo’ dal meteo che in questi giorni ha portato giù le temperature, “in Italia la situazione sul fronte dell’influenza è ancora tutto sommato tranquilla – chiarisce Fabrizio Pregliasco, virologo dell’università degli Studi di Milano -. Si registra un lieve aumento dell’attività dei virus stagionali legato all’andamento meteorologico e a una conseguente facilitazione della diffusione. È questo il momento giusto per vaccinarsi”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: