Souloncology

Oltre la malattia

Vaccini: dal 2015 al 2018 aumentata la fiducia tra gli italiani

| 0 commenti

Roma, 30 ottobre 2018 – Negli ultimi tre anni è aumentata la fiducia della popolazione europea nei confronti dei vaccini. E questo è avvenuto anche nel nostro Paese. E’ quanto afferma una ricerca svolta per conto della Commissione Europea, da un gruppo di esperti indipendenti. Rispetto al 2015, in Italia l’aumento di fiducia è di circa il 9%. Il dato è motivato, si legge nel rapporto, dal fatto che “l’aumento delle epidemie di morbillo in tutta l’Ue ha contribuito ad aumentare le conversazioni dei media sull’importanza della vaccinazione e alla decisione di Francia e Italia di aumentare il numero di vaccini obbligatori nell’ambito dei programmi nazionali di vaccinazione”. L’indagine prevedeva una serie di domande, come ad esempio: i vaccini sono sicuri, efficaci, importanti per i bambini? Il focus si è basato poi principalmente sul vaccino trivalente (Morbillo, Parotite, Rosolia) e su quello per l’influenza stagionale. In generale è emersa una maggiore fiducia per l’MPR e minore per quello anti-influenzale. Il Portogallo ha la più alta percentuale di intervistati che concorda sul fatto che i vaccini generalmente sono sicuri (95,1%), efficaci (96,6%) e importanti per i bambini (98,0%). A seguire la Finlandia, che ha la seconda percentuale più alta di intervistati, concorda sul fatto che i vaccini sono importanti per i bambini (97,6%), ma la sesta percentuale più alta di intervistati concorda che i vaccini sono sicuri (89,0%) dopo Portogallo (95,1%), Danimarca (94,0%), Spagna (91,6%), Ungheria (91,4%) e Regno Unito (89,9%). Gli intervistati bulgari sono invece meno inclini a concordare che i vaccini sono sicuri, con solo il 66,3%, seguito dalla Lettonia (68,2%) e dalla Francia (69,9%). Bulgaria (78,4%), Polonia (75,9%) e Slovacchia (85,5%) sono i tre paesi in cui i cittadini sono meno d’accordo sul fatto che i vaccini sono importanti per i bambini.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: