Souloncology

Oltre la malattia

28 luglio: a Roma il convegno nazionale sulle nuove frontiere della lotta ai tumori

| 0 commenti

CLAPn4fUAAAv4__.jpg-small Per celebrare il secondo anno di attività, la Fondazione organizza il prossimo 28 luglio alla Camera dei Deputati (Palazzo Montecitorio, Sala Aldo Moro), un convegno nazionale che affronta un importante tema nella lotta contro i tumori: le potenzialità offerte dalle nuove terapie e il ruolo degli oncologi, delle istituzioni, dei media per garantire appropriatezza e diritti dei pazienti. Le nuove terapie oncologiche stanno cambiando radicalmente non solo le prospettive di sopravvivenza, ma anche la comunicazione medico-paziente. Oggi, grazie anche all’avvento dell’immunoterapia, si registra un aumento delle persone con storia pregressa di cancro. E almeno I milione e 800mila persone possono affermare di avere sconfitto la malattia. È possibile parlare di pazienti vivi a 10 anni nel melanoma metastatico. E si sono aperte nuove prospettive anche nel tumore del polmone, uno dei big killer. Per il paziente diventa così più facile accettare questo tipo di trattamento perché è il sistema immunitario che viene rinforzato per combattere il tumore, non più un farmaco che agisce dall’esterno come nel caso della chemioterapia. Cambia quindi l’approccio alla malattia, che oggi non rappresenta più una condanna, ma una sfida che è possibile vincere. Che impatto ha tutto questo nel rapporto medico-paziente? Come garantire a tutti i cittadini i trattamenti migliori? In che modo le Istituzioni possono assicurare la sostenibilità? E i clinici l’appropriatezza? Sono alcune delle domande a cui il Convegno cercherà di dare risposta, coinvolgendo anche i media che devono essere in grado di trasmettere ai cittadini le potenzialità offerte dalle nuove cure. “I progressi dell’oncologia forniscono a medici e malati opportunità impensabili fino a pochi anni fa— afferma il presidente della Fondazione Insieme Contro il Cancro, Francesco Cognetti – Oggi possiamo affermare che il concetto di cancro come ‘male incurabile’ appartiene al passato. I tumori stanno diventando sempre più una malattia cronica. Per questa ragione dobbiamo potenziare i nostri sforzi e la capacità di coordinare e sostenere l’attività di prevenzione e di assistenza. Dobbiamo lottare per continuare a tenere alta l’attenzione sulla prevenzione primaria e secondaria tra i cittadini, per rafforzare la collaborazione fra Istituzioni e clinici e tra società scientifiche e media”. Il convegno coinvolgerà, tra gli altri, anche il prof. Giorgio Scaglioni, Direttore Dipartimento di Oncologia all’Università di Torino, il prof. Sergio Pecorelli, presidente dell’Associazione Italiana del Farmaco e Vito de Filippo, sottosegretario alla Sanità.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: