Souloncology

Oltre la malattia

Tumore dell’ovaio

tumore ovaio

Il tumore dell’ovaio nel quinquennio 1998-2002 ha occupato il 9° posto fra i tumori della donna  ed ha rappresentato circa il 4,5% di tutti i decessi per tumore. L’incidenza è stabile mentre la mortalità è in lieve diminuzione.

Cliccare sull’immagine per ingrandirla

La sopravvivenza è migliore nelle pazienti più giovani (fino a 54 anni) e peggiore nelle pazienti più anziane (da 64+). Raggiunge il 90% a 5 anni se il tumore è confinato all’ovaio o alla pelvi ( ST.I e II), mentre è bassa, circa il 30% per gli stadi di malattia avanzati (St.III, St.IV)

Per saperne di più
Tumori.net:  I tumori in Italia

Nel 10% dei casi il tumore ha una trasmissione genetica legata ai geni BRCA1 e BRCA2 che coinvolgono anche il  tumore mammario.

I sintomi di un tumore iniziale sono molto scarsi e perlopiù viene sospettato in corso di una ecografia dello scavo pelvico effettuata per altre ragioni. In caso di tumore avanzato i sintomi anche se aspecifici possono essere rappresentati da dolori addominali, sensazione di pancia tesa, sintomi urinari, sintomi intestinali e troppo spesso vengono scambiati per una colite.

Per saperne di più
Partecipa Salute: Sei regole per scovare il tumore dell’ovaio
Repubblica Salute: I sintomi del cancro all’ovaio: riconoscerlo dal mal di pancia

Dal punto di vista istologico si tratta per lo più di tumori epiteliali (nelle donne molto giovani prevalgono le forme germinali) con differenze  che si associano al tipo di cellule più frequentemente rappresentate ( sierose, mucinose, indifferenziate, etc.).

Di grande importanza per la prognosi è comune il grading che esprime il grado di differenziazione delle cellule tumorali (alto, medio, basso).

Per saperne di più
AIRC: Tumore all’ovaio

Non è possibile lasciare nuovi commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: