Souloncology

Oltre la malattia

Siete pronte per la prova costume?

Si parte per il mare o avete deciso di iscrivervi in piscina? Una decisione eccellente. La prova costume questa volta non è per il vostro fisico ma proprio per il bikini. Sta al costume, difatti, superare i test di vestibilità ed estetica, e dovete essere intransigenti fino a trovare quello che fa proprio per voi.

Per chi ha subito una mastectomia, indossare un costume da bagno, mostrarsi in spiaggia o a bordo vasca e magari tuffarsi per una nuotata, è un momento di riscatto e riscoperta della propria femminilità, con notevoli vantaggi sia per il benessere fisico che psicologico. Ma è di fondamentale importanza che il costume sia “quello giusto”, in grado di farvi sentire sicure di voi stesse, comode ed eleganti.

Oggi sono disponibili intere collezioni moda mare dedicate alle donne che necessitano di protesi, con tasche di contenimento studiate per aderire e modellare perfettamente il seno.  Anche gli slip sono spesso dotati di un sistema di contenimento elastico o di arricciature strategiche. Se volete dare un’occhiata, su internet è possibile visionare bikini e costumi interi o anche filmati di sfilate e backstage, proprio come per l’alta moda. Come tutte le collezioni che si rispettino, insieme ai costumi vengono presentate anche borse ed accessori coordinati.

Nei costumi da bagno più che in ogni altro capo di vestiario, la qualità del tessuto fa la differenza. Non solo deve essere comodo, ma evitare ogni forma di irritazione e soprattutto di cedimento. Le tasche per le protesi devono risultare invisibili, possibilmente confezionate con lo stesso tessuto del costume, e le cuciture non devono mostrare alcun effetto “troppo stretto”.

Sebbene alcuni siti permettano l’acquisto online, in linea di massima è bene provare diversi costumi prima di effettuare una scelta. Non è facile indovinare l’effetto che un costume possa fare sul nostro fisico e potremmo anche sorprenderci di sentirci meglio in bikini che in un meno azzardato costume intero. Oltre al pret à porter, inoltre,  ci si può rivolgere anche a molte sartorie che confezionano costumi su misura, per avere la maggiore vestibilità possibile.

Bisogna poi scegliere una protesi specifica per resistere all’acqua senza deformarsi  che ci permetta di immergerci tranquillamente. Una camminata in acqua o anche una rilassante nuotata non potranno che farvi bene, dimenticando la protesi e facendovi apprezzare il ritorno ad una normalità tanto desiderata.

Ricordatevi sempre di proteggere la pelle dall’esposizione al sole, non restate in spiaggia nelle ore più calde, non lavate il costume con saponi aggressivi. Ma toglietevi il pareo!

A cura di Emanuela Valente

Non è possibile lasciare nuovi commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: