Souloncology

Oltre la malattia

Associazione Annastaccatolisa

Associazione Annastaccatolisa

Il 15 dicembre è nata Annastaccatolisa, un’associazione per la prevenzione, la ricerca e la cura dei carcinomi mammari, fondata con Oltreilcancro.it dai familiari e dagli amici di Anna Lisa Russo, morta il 4 ottobre 2011 nel reparto di cure palliative dell’ospedale di Livorno.

Annastaccatolisa è il nome che Anna Lisa si era data per raccontare se stessa e il suo lungo corpo a corpo con la bestiaccia – così chiamava il cancro al seno che le era stato diagnosticato a trent’anni, nel 2008 – attraverso il blog Ho il cancro. Il blog di una malata coccolata, viziata, amata e fortunata, un diario online divenuto presto un esempio di coraggio e un catalizzatore di solidarietà che ha commosso e coinvolto migliaia di persone.

Anna Lisa non aveva perso la speranza e il desiderio di vivere nemmeno nei momenti più duri, quando il cancro, dopo averle dato tregua per un breve periodo, era tornato a colpirla: Ho preso e sto prendendo una marea di farmaci, ma nonostante tutto so che non potrò mai guarire. Non ci sono cure, non ci sono terapie per il mio cancro. Posso solo sperare di cronicizzare la malattia, di conviverci. E quindi continuo a lottare, continuo a condividere, continuo araccontare la malattia sul mio blog.”

Non vogliamo più dover leggere queste parole: non ci sono terapie per il mio cancro.
Anna Lisa non avrebbe mai voluto scriverle, convinta com’era che ci fossero sempre strade nuove da percorrere e che la ricerca avrebbe fatto passi avanti, anche grazie a piccoli gesti di solidarietà che ognuno può compiere per sostenerla.

Ogni tipo di cancro deve poter essere curato e guarito.

Con l’associazione Annastaccatolisa vorremmo dare un senso al grande moto di commozione che ha provocato la storia di questa giovane donna e contribuire, per quanto possibile, a trasformare il dolore in un progetto che lei avrebbe condiviso: raccogliere fondi per istituire borse di studio e finanziare progetti di ricerca dedicati in modo specifico a quel genere di tumori mammari definiti tripli negativi, per i quali ancora non si dispone di terapie mirate ed efficaci, come la storia di Anna Lisa ha purtroppo dimostrato.

Sito web

Annastaccatolisa

Non è possibile lasciare nuovi commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: