Souloncology

Oltre la malattia

13 novembre 2018
di mnicoli75
0 commenti

Spettacolo Teatrale “Fabula Rasa” – 30 novembre 2018 a Milano

Fabula Rasa è uno spettacolo di Eri Cakalli e delle pazienti dell’Unità Operativa di Oncologia dell’ASST Nord di Milano, dell’Ospedale di Sesto San Giovanni.

Quando? Il 30 novembre 2018 alle ore 20:30 al teatro Giovanni XXIII in viale Giacomo Matteotti 57, Cusano Milano (MI)

Qui il documento alla locandina FABULA RASA

 

 

13 novembre 2018
di mnicoli75
0 commenti

Torna l’ unB.LIVEable SHOW!

UNB.LIVEABLE SHOW

Un palco, i Blivers e un pubblico.
Uno spettacolo teatrale? Non proprio. Una conferenza? Neanche. È uno show, in cui va in scena una riunione di redazione de IL BULLONE e in cui racconteremo di noi e di un progetto speciale, CICATRICI.

Curiosi? E allora venite a sbirciare, vi aspettiamo mercoledì 14 novembre alle ore 20:45 presso l’auditorio Don Sironi, Piazza Papa Luciani 1, Bernate di Arcore.

INGRESSO LIBERO

L’evento è organizzato da Associazione Volontariato Arcore, LO SCIAME LIBRI, sostenuto dalla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus e patrocinato dal Comune di Arcore.

5 novembre 2018
di intermedianews
0 commenti

Influenza: già 125 mila gli italiani colpiti

Roma, 5 novembre 2018 – Febbre, mal di gola, dolori ai muscoli e alle articolazioni iniziano ad affliggere gli italiani. È l’influenza che torna all’attacco, colpendo 125 mila cittadini dall’inizio della sorveglianza epidemiologica e, circa 71 mila, nell’ultima settimana osservata, dal 22 al 28 ottobre. È quanto emerge dal bollettino della rete Influnet, coordinata dall’Istituto superiore di sanità, con il sostegno del ministero della Salute e il contributo dei camici bianchi ‘sentinella’, medici di famiglia e pediatri di libera scelta delle varie regioni. Secondo il report, l’attività dei virus influenzali è ai livelli di base in tutte le regioni italiane (anche se, si puntualizza, non tutti i medici partecipanti alla sorveglianza hanno reso disponibili i dati raccolti).
Rispetto alla precedente settimana, quando i casi stimati erano quasi a quota 55 mila, si comincia a intravedere un aumento, complice forse anche il maltempo che ha investito la Penisola. Il valore dell’incidenza totale è pari a 1,17 casi per mille assistiti (nella settimana precedente era a 0,91). Nella fascia d’età 0-4 anni si sale a 2,36 casi per mille assistiti. Guardando alle varie situazioni regionali, l’incidenza complessiva più alta si osserva al momento in Abruzzo (3,63 casi per mille assistiti) e Lombardia (2,25), la più bassa in Veneto (0,26) e Campania (0,30).
Dopo il primo ‘schiaffo’ dal meteo che in questi giorni ha portato giù le temperature, “in Italia la situazione sul fronte dell’influenza è ancora tutto sommato tranquilla – chiarisce Fabrizio Pregliasco, virologo dell’università degli Studi di Milano -. Si registra un lieve aumento dell’attività dei virus stagionali legato all’andamento meteorologico e a una conseguente facilitazione della diffusione. È questo il momento giusto per vaccinarsi”.

31 ottobre 2018
di intermedianews
0 commenti

Studio Cnr: gli amici aiutano a contrastare l’obesità

Roma, 31 ottobre 2018 – Per stare in forma e contrastare il rischio obesità, un valido alleato può essere un amico. Gli stimoli che si ricevono dal gruppo o dal compagno del cuore sono, infatti, importanti leve sociali che spronano all’attività fisica. Un elemento da non sottovalutare se si considera che, secondo l’International Association for the Study of Obesity, l’obesità e il sovrappeso in Europa colpiscono un bambino su tre. Importante quindi attenersi alle indicazioni che emergono da uno studio di cui è coautrice Eugenia Polizzi, ricercatrice dell’Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Istc). Il lavoro, pubblicato su ‘Nature Human Behaviour’ e coordinato dal Joint Research Center della Commissione europea in collaborazione con l’università di Cambridge, ha messo sotto esame l’impatto che hanno meccanismi sociali come la reciprocità e la cooperazione di gruppo sul motivare bambini di 9-11 anni a praticare più sport. A 350 bambini di 15 scuole elementari italiane è stato chiesto di indossare quotidianamente per sette settimane un accelerometro che permette di registrare i movimenti del corpo. L’attività fisica rilevata veniva trasformata in punti, che alla fine dello studio potevano essere scambiati con premi, assegnati in base all’attività svolta dal bambino (incentivi individuali), oppure a quella dei loro migliori amici e collettivamente all’interno di squadre (incentivi sociali). In queste ultime due condizioni, più i loro amici si muovevano, più i bambini ricevevano punti. “Gli incentivi sociali erano molto più efficaci rispetto a quelli individuali nello stimolare l’attività fisica dei bambini, portando ad un aumento globale del 52% di attività rispetto ad una condizione di controllo.”